Violenta la figlia per 15 anni, nasce una bambina. Pena dimezzata in appello: 17 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2020 17:00 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2020 17:00
Violenta la figlia per 15 anni, nasce una bambina. Pena dimezzata in appello: 17 anni. Foto d'archivio Ansa

Violenta la figlia per 15 anni, nasce una bambina. Pena dimezzata in appello: 17 anni (foto Ansa)

Violenta la figlia per 15 anni, nasce una bambina. Pena dimezzata in appello: 17 anni.

Violenta la figlia per 15 anni: condannato a diciassette anni. Dimezzata, in appello, la condanna a un 54enne del Salento accusato di aver violentato per quindici anni la figlia.

Figlia che durante questi anni rimase anche incinta dopo aver già dovuto superare un aborto.

A raccontare la storia è Lecceprima.it.

“La Corte – si legge – ha ritenuto che su alcuni degli episodi contestati (quelli fino al 2008) fosse intervenuta la prescrizione.

In linea a quanto in più sedi aveva sollevato la difesa, con gli avvocati Luigi e Arcangelo Corvaglia.

A valutazioni diverse erano invece giunti i giudici di primo grado con la sentenza emessa lo scorso dicembre dalla prima sezione penale rispetto alla quale, ieri, la Procura generale, rappresentata dal sostituto Maria Rosaria Micucci, aveva chiesto la conferma”.

Ma “il nuovo dispositivo (le cui motivazioni saranno depositate entro sessanta giorni) ha lasciato inalterato solo il risarcimento del danno disposto nei riguardi della vittima, parte civile con l’avvocato Erlene Galasso.

A rendere inequivocabili le accuse mosse dall’inchiesta sfociata nel dicembre di due anni fa nell’arresto dell’uomo, fu il test del dna.

Rispetto al quale furono condotti ulteriori accertamenti anche nel processo d’appello e che hanno confermato la paternità”. (Fonte: Lecceprima.it)