Violenza sessuale: abusavano di un disabile da 8 anni, 13 arresti a Cosenza

Pubblicato il 5 Aprile 2011 8:20 | Ultimo aggiornamento: 5 Aprile 2011 8:35

COSENZA – Hanno abusato e seviziato per mesi un giovane disabile mentale, ma alla fine sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Cosenza. Si tratta di 13 persone di età compresa tra i 35 ed i 70 anni, tutti di Cosenza, alcuni pluripregiudicati. L’accusa per tutti è violenza sessuale aggravata e continuata. I provvedimenti emessi dal gip su richiesta della Procura si riferiscono ad indagini iniziate nel novembre scorso e relative a diversi episodi di sevizie e violenza sessuale consumati per mesi ai danni del giovane disabile ritardato di mente.

Andavano avanti da otto anni, secondo le indagini, i presunti abusi sessuali al disabile, costretto anche a subire violenze di gruppo 13 persone. Alcuni degli arrestati avrebbero anche sottoposto la vittima, che ha poco meno di 30 anni, a sevizie che sono state riscontrate dagli investigatori. L’inchiesta, denominata “Orchi”, è iniziata sei mesi fa grazie a voci confidenziali raccolte dai carabinieri di Cosenza.

Gli investigatori sono poi riusciti a creare un rapporto di fiducia con la vittima, arrivando così a risalire ai presunti autori delle violenze, alcuni dei quali sposati, ed ai luoghi in cui avvenivano. Dalle indagini è emerso che alcuni degli arrestati conoscevano la vittima da anni ed avrebbero iniziato ad abusarne nel 2003.

Altri indagati, invece, sarebbero venuti in contatto con il giovane disabile più recentemente, circa tre anni fa, dopo una sorta di passa parola. A sei arrestati viene contestata anche l’accusa di violenza sessuale di gruppo. Tra loro vi è anche un uomo che, pur non potendo avere rapporti sessuali, avrebbe partecipato alle violenze.