Violenza sessuale su ragazza di 13 anni, arrestati il nonno e lo zio

Pubblicato il 1 Marzo 2010 10:47 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2010 10:54

Abusano della nipote di 13 anni, minacciandola di essere presa a cinghiate e regalandole poi cinque euro. I carabinieri hanno arrestato in un piccolo comune del foggiano, il nonno e uno zio della vittima, rimasta anche incinta. La vicenda è venuta alla luce quando la direttrice di un istituto di accoglienza per minori nel foggiano, ha scoperto che la ragazzina, ospitata su disposizione del Tribunale dei Minorenni, era in stato interessante.

Nei giorni precedenti la ragazza aveva accusato dei malori e così era stata sottoposta dai medici ad una serie di analisi, tra cui anche il test di gravidanza. Nel corso delle indagini dei carabinieri è emerso che la ragazza, quando nel fine settimana tornava dai parenti, subiva le attenzioni morbose del nonno che, in più di una occasione, con la scusa di farsi accompagnare a fare la spesa, l’avrebbe portata in una zona isolata abusando di lei.

Attenzioni morbose che le avrebbe dedicato anche uno zio. I due uomini sono stati arrestati con l’accusa di violenza sessuale aggravata, corruzione di minorenni e violenza privata.