Violenze su moglie da 20 anni: arrestato marito legato a clan

Pubblicato il 30 Giugno 2012 11:30 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2012 15:07

NAPOLI, 30 GIU – Per venti anni ha sottoposto la moglie a continue violenze fisiche e psicologiche – fatte di ingiurie, percosse, maltrattamenti – tanto da indurre la figlia della coppia a tentare il suicidio ingerendo candeggina. Un pregiudicato di 38 anni, legato al clan Ascione, V.P., e' stato arrestat dalla polizia ad Ercolano, nel Napoletano, dopo l'ennesima lite sfociata in percosse.

Gli agenti del commissariato ''Portici-Ercolano'' sono intervenuti in soccorso della donna, una 33enne, dopo avere ricevuto una telefonata al centralino del commissariato: la donna, infatti, dopo essersi divincolata dalla grinfie del marito, e' fuggita in strada e ha chiesto aiuto.

I poliziotti hanno raggiunto l'uomo nella sua abitazione: era in evidente stato di alterazione per l'assunzione di alcol. Dopo averlo convinto, V.P. e' stato accompagnato in commissariato e anche uscendo di casa, accompagnato dagli agenti, ha continuato a inveire contro la moglie. Nella serata di ieri, e' stato chiuso nel carcere napoletano di Poggioreale.