Virus fecale nell’acquedotto: paura a San Felice (Brescia), provoca gastroenterite

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 giugno 2018 11:11 | Ultimo aggiornamento: 29 giugno 2018 11:11
Virus fecale nell'acqua: paura a San Felice, provoca gastroenterite

Virus fecale nell’acquedotto: paura a San Felice (Brescia), provoca gastroenterite (foto d’archivio Ansa)

BRESCIA – Un virus fecale nell’acquedotto, in provincia di Brescia scatta la acqua-fobia [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. La contaminazione da Norovirus G II ha scatenato la paura tra i residenti di San Felice. Il virus provoca soprattutto gastroenteriti e altre patologie simili.

La paura è alimentata dal precedente del 2009, quando il virus mandò all’ospedale tanti abitanti della zona. Per fortuna oggi non sono ancora stati registrati casi di persone colpite dagli effetti del virus.

Scrive il Giornale di Brescia:

La stessa direzione sanitaria dell’ente di via Duca degli Abruzzi, in una nota assicura che «sono in corso ulteriori accertamenti analitici (esami di biologia molecolare) i cui risultati saranno noti nei prossimi giorni».

Quanto alla provenienza del virus, l’Ats ricorda come «l’acqua destinata al consumo umano di San Felice del Benaco proviene dal lago di Garda e che la contaminazione da Norovirus ha come sorgente il circuito oro-fecale».

In altre parole, la trasmissione dell’infezione si ha quando l’agente patogeno riesce a passare, attraverso le feci e l’assunzione di acque contaminate o cibi trattati con tali acque, nell’apparato digerente di altri soggetti». La mancata assunzione dunque di acqua diretta e il ricorso a cibi trattati solo con acqua non proveniente dall’acquedotto dovrebbe risultare sufficiente a scongiurare eventuali patologie.