Virus West Nile da zanzare infette: due morti a Ferrara

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 agosto 2018 20:13 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2018 20:13
Ferrara, due morti dopo morso della zanzara West Nile

Virus West Nile da zanzare infette: due morti a Ferrara

FERRARA – Due persone sono morte per aver contratto il virus West Nile da zanzare infette a Ferrara. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Si tratta di due pazienti di 69 e 86 anni affetti da patologie cardiovascolari che erano stati ricoverati all’ospedale Sant’Anna il 30 e 31 luglio scorsi. A trasmettere il virus, che ha causato due gravi patologie neuroinvasive, il morso della zanzara Culex, che è molto diffusa nella zona.

I decessi sono avvenuti il 9 agosto, ma solo alla fine di luglio un altro paziente era morto per il virus sempre nella provincia di Ferrara, a Cento. In circa un caso su mille, precisa l’Ausl, la malattia può essere particolarmente grave per l’insorgenza di manifestazioni neuro invasive, specie in soggetti anziani o debilitati da altre patologie croniche.

Nell’essere umano l’infezione può essere asintomatica, in oltre l’80% dei casi, o presentarsi come sindrome febbrile (cefalea, dolori muscolari e possibile eruzione cutanea). In provincia di Ferrara i casi di malattia neuro invasiva sono finora sei (tre tuttora ricoverati). Dal 15 giugno è attivo il sistema regionale di sorveglianza.

La regione ha avviato dal 15 giugno un sistema di sorveglianza. Tre decessi sono stati registrati in Emilia, mentre atri due casi erano stati segnalati nei giorni scorsi in Veneto, a Legnago e Este. La febbre provocata dal virus West Nile non sempre è letale: negli ultimi mesi sono stati registrati 19 casi in provincia di Padova e 21 in provincia di Rovigo, ma i pazienti si sono ripresi. Ora i Comuni della zona hanno avviato campagne di disinfestazioni contro le zanzare per arginare il fenomeno.