Viterbo, calci e pugni agli anziani in casa di riposo: arrestate le due titolari

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2013 14:12 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2013 14:13

anzianiVITERBO – Le hanno arrestate con l’accusa di maltrattamenti aggravati e minacce: due titolari di una casa di riposo di Viterbo sono finite in manette. Secondo l’accusa avrebbero picchiato, a calci e pugni, gli anziani ospiti della struttura che gestivano. Ma anche insulti e costrizioni fisiche, rivolte anche a persone non autosufficienti.

Sulla vicenda è intervenuto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin: “Non consentiremo mai, ad alcuno, di ledere il rispetto e la dignità delle persone, che nelle strutture devono essere accudite garantendo i principi fondamentali del diritto

alla salute. L’operazione condotta a Viterbo dai carabinieri del Nas conferma la straordinaria importanza della task force che ho istituito per il controllo sul funzionamento delle case di accoglienza per anziani e disabili – ha commentato Lorenzin – La nostra azione a tutela delle persone più fragili sarà incessante grazie all’opera dei militari del Nas, che hanno già ispezionato oltre 1.000 case di cura e ai quali esprimo ancora una volta la mia gratitudine”.