Vito Calia rubò Nintendo e cellulare a bimbi malati di cancro: pena patteggiata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 giugno 2015 18:29 | Ultimo aggiornamento: 16 giugno 2015 18:29
Vito Calia rubò Nintendo e cellulare a bimbi malati di cancro: pena patteggiata

Vito Calia rubò Nintendo e cellulare a bimbi malati di cancro: pena patteggiata (foto di repertorio Ansa)

PADOVA – Aveva rubato un Nintendo e un cellulare ai bambini malati di tumore in un ospedale di Padova: per questo Vito Calia ha patteggiato la pena. La sua vicenda è raccontata da Nicola Munaro sul Corriere della Sera.

Munaro scrive che l’uomo, “44 anni, pugliese, ha patteggiato 2 anni e mezzo di reclusione e una multa da mille euro, per una serie di furti messi a segno tra il maggio 2011 e il settembre 2012 allo Iov, l’Istituto oncologico del Veneto, con sede a Padova. Tra i colpi che gli sono stati contestati dal pm Roberto D’Angelo, ci sono anche una serie di furti ai danni di piccoli pazienti ricoverati in Oncologia Pediatrica, sempre allo Iov.
A due bambini aveva fatto sparire una consolle Nintendo (che usavano come svago tra una chemioterapia e l’altra) e un cellulare Nokia“.