Vittoria: immigrati picchiano carabinieri e due passanti che aiutavano i militari

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 luglio 2018 12:12 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2018 12:12
Vittoria (Ragusa): immigrati picchiano carabinieri e due passanti che aiutavano i militari

Vittoria: immigrati picchiano carabinieri e due passanti che aiutavano i militari (foto d’archivio Ansa)

VITTORIA – Un gruppo di immigrati ha picchiato due carabinieri e un gruppo di persone che erano arrivate in loro soccorso. Siamo a Vittoria (Ragusa), dove i militari erano andati in una nota piazza di spaccio per arrestare un tunisino [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Erano andati a colpo sicuro, tanto da avergli trovato addosso 70 grammi di hashish. A quel punto però l’uomo è fuggito e alcuni suoi connazionali (o comunque maghrebini) hanno circondato i carabinieri, colpendoli e ferendoli. Uno dei due, con una frattura allo zigomo, ha avuto una prognosi di 30 giorni.

A difesa dei militari sono sopraggiunti due italiani, un uomo e una donna di 62 e 60 anni, che hanno ricevuto per tutta risposta una ulteriore aggressione: la donna ha riportato la frattura del setto nasale. Nonostante tutto, alla fine il tunisino è stato arrestato.

Questo il commento del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, affidato a un post su Facebook: “Spacciatore tunisino fugge con la complicità dei connazionali. Eroici i due coniugi sessantenni che, per aiutare i Carabinieri ad arrestarlo, sono finiti all’ospedale. Al pregiudicato ‘pagatore di pensioni’ servono galera ed espulsione”.