Arrestato e poi assolto, Vittorio Emanuele di Savoia chiede i danni allo Stato

Pubblicato il 13 luglio 2012 14:14 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2012 14:54
Vittorio Emanuele di Savoia

Vittorio Emanuele di Savoia (Foto LaPresse)

CATANZARO -Arrestato e poi assolto per la sua presunta partecipazione ad un giro di gioco d’azzardo illegale ora Vittorio Emanuele di Savoia chiede il risarcimento dei danni.

Nell’estate del 2006 Vittorio Emanuele di Savoia venne arrestato, passò sette giorni in carcere e poi fu messo agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Potenza su un presunto giro di gioco d’azzardo illegale.

Il 22 settembre del 2010 Vittorio Emanuele di Savoia è stato assolto da tutti i reati contestatigli. E adesso ha chiesto ai giudici del tribunale civile di Catanzaro di condannare l’amministrazione della giustizia al risarcimento dei danni.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other