Vittorio Fusari, è morto lo chef bresciano. Igino Massari: “Ciao amico”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Gennaio 2020 9:53 | Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio 2020 9:53
Vittorio Fusari, Ansa

Vittorio Fusari (foto d’archivio Ansa)

ROMA – È morto lo chef Vittorio Fusari.

Vittorio Fusari, 66 anni, è morto in un ospedale a Chiari. Ospedale dove era ricoverato da qualche giorno in seguito a un principio di infarto.

Nel bresciano lo chef aveva fondato nel 1981 l’osteria Il Volto di Iseo, ma in carriera era stato chef anche nel rinomato ristorante Balzer di Bergamo, e al Pont de Ferr a Milano.

“Qui – diceva lo chef parlando del Balzer – sono vietati i preparati, gli additivi e i conservanti a vantaggio delle materie prime fresche, delle biodiversità locali, i prodotti da agricoltura biologica”.

Sul suo profilo di Identità golose, Fusari descriveva così il suo lavoro: “Il mio lavoro è anche al di fuori delle cucine: tramandare la sapienza millenaria della gastronomia italiana è la mia vita. Perché il buon mangiare avvicina le persone, aiuta a trovare punti di vista comuni, aiuta ad essere felici”.

Una vera e propria missione che lo chef raccontava così: “Bisogna nutrire non solo il corpo ma anche lo spirito”.

Igino Massari, pasticcere e volto noto della tv, su Instagram ha pubblicato una foto insieme a Fusari, dedicandogli un commosso messaggio d’addio: “I miei pensieri corrono ai momenti di felicità condivisa. Ciao Amico Vittorio”.

Fonte: Ansa, La Repubblica.