Tuffo in piscina con patta aperta: Vittorio Sgarbi denunciato per atti osceni

Pubblicato il 11 settembre 2012 17:36 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2012 17:56

Vittorio Sgarbi (Foto Lapresse)

MAZZARRONE (CATANIA) – Un bagno in piscina finito a insulti, denunce e, racconta la ricostruzione dei carabinieri, persino una “caraffata” di caffè bollente addosso. Vittorio Sgarbi ha vissuto un finale d’estate degno di nota. Racconta l’Ansa che è stato denunciato dai carabinieri di Mazzarrone (Catania) per atti osceni in luogo pubblico.

Domenica scorsa sarebbe rimasto in mutande con la patta aperta davanti ai clienti, tra cui donne e bambini e alcuni ciclisti, di un agriturismo del paese, nel quale era stato premiato durante il Festival internazionale dell’uva da tavola.

A quanto pare Vittorio Sgarbi domenica si sarebbe messo a passeggiare ai bordi della piscina firmando autografi e facendosi fotografare dai fans. Peccato che non indossasse un costume ma, a quanto pare, un semplice boxer bianco. Il quale boxer, dopo il tuffo in piscina, sarebbe diventato trasparente e la patta dei boxer si sarebbe ripetutamente aperta. ‘Richiamato’ dalla titolare, Sgarbi avrebbe detto che non c’era nulla di male e si sarebbe seduto, sempre con la patta dei boxer aperta, di fronte ad un tavolo al quale erano sedute una ventina di persone, tra cui donne e bambini. Gli avventori dell’agriturismo a questo punto avrebbero cominciato ad inveire contro il critico d’arte dicendogli di andarsi a cambiare. Domenica scorsa Sgarbi con un comunicato aveva reso noto di essere stato aggredito. I carabinieri hanno anche accertato che qualcuno, sulla cui identità sono in corso accertamenti, avrebbe versato una caraffa di caffè bollente addosso al critico.