Vittorio Sgarbi sbrocca con Giuseppe Cruciani: “Fascistello malcagato e ignorante”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 novembre 2018 6:42 | Ultimo aggiornamento: 6 novembre 2018 6:44

Vittorio Sgarbi sbrocca a Giuseppe Cruciani: “Fascistello malcagato e ignorante”

ROMA – Vittorio Sgarbi sbrocca a Giuseppe Cruciani de La Zanzara in onda su Radio 24 per difendere il sindaco Domenico Mimmo Lucano. “Fascitello malcagato e ignorante”, così il critico d’arte replica al conduttore radiofonico.

Così Vittorio Sgarbi a La Zanzara su Radio 24, parlando della cittadinanza onoraria per Mimmo Lucano a Sutri. Ma Lucano è accusato di fare matrimoni finti: “Non lo arresti uno così, gli mandi un avviso di garanzia, chissenefrega dei matrimoni che fanno cagare di per sé. Lucano è un eroe. E’ un sindaco che ha dato da lavorare a gente che non l’aveva. Punto. Avete rotto il cazzo. La retorica della carta d’identità e di quelle ragazze che sposano il vecchio. Meglio per loro che il vecchio muore e rimangono poi italiane. Che cazzo ha fatto di male? Perché lo arresti, porca puttana? Non sono reati, non sono un cazzo. Erano reati gravi quelli di Salvini e sono finiti. Erano gravissimi, ha tenuto sulla nave della gente. Fondi distorti? Non è vero un cazzo. Non sono condanne, sono ipotesi. Gli hanno tolto la carica di sindaco, lo hanno sospeso, perché sono fascisti come te, Cruciani, sei un fascistello di merda. Sei ignorante come una capra. Non vali un cazzo, sei uno stronzetto mal cacato. Salvini e Lucano sono la stessa cosa. Tu Cruciani sei come Giordano, una fighetta di merda.

La magistratura non deve fare atti politici. Lucano non ha fatto niente, una carta d’identità che è carta straccia. Cruciani sei un vigliacco, un fascistello di merda, un vigliacchetto in stile Casa Pound. Parli come quelli di Casa Pound. C’è la mafia ovunque ed i magistrati perdono tempo con Lucano. Vadano ad indagare sui mafiosi, questi magistrati inutili. Ditemi perché Salvini va bene e Lucano non va bene? Ma dov’è il reato? Nel culo te la metti la carta d’identità. Va a cagare. Lucano è un uomo che merita onore. Non me ne frega un cazzo di questa legge fatta da incapaci. Come legge è merda.

Sto dicendo che i magistrati non devono rompere il cazzo con inchieste politiche inutili. Cerchino i ladri. Indagini del cazzo fatte da merdosi imbecilli. E’ stato Lucano a distruggere il sogno di Riace? Secondo me ha fatto per l’umanità un atto umanistico, parola che non conoscete, perché state a guardare le carte dei magistrati, i quali finiranno nella merda come è finito quello di Salvini. Arresto, cacciato dal suo paese, non è legge, è fascismo. L’hanno sospeso prima ancora di sapere cosa avesse fatto. Perché sono degli incapaci fascisti. Sanno applicare le leggi soltanto a cazzo”.

Quindi esalta la figlia 19enne di Lucano: “Voi non avete idea di come sia la figlia di Lucano. Quando un giorno vedrete la figlia di Lucano, capirai molte cose. Una ragazza di pelle bianca raffinata, elegante, con i capelli biondi. Tu la vedi e capisci perché abbiamo dato la cittadinanza a Lucano in nome di una capacità di generare dei giovani meravigliosi e bellissimi. Quanti anni ha? 19 anni, meravigliosa””.

Poi parla del fascismo: “Il fascismo ha fatto anche qualcosa di buono, e tanti lo dicono, ma il momento peggiore è quello delle leggi razziali. Lì non c’è nessuno che ti salva. Ma è un dato di fatto che abbia fatto qualcosa di buono. La Treccani non è buona? La Normale di Pisa non è buona? Gentile non è buono? Guttuso era fascista. Ingrao era fascista. Montanelli era fascista. Il fascismo non è di per sé il male, il fascismo è una scelta politica discutibile e sbagliata, è in assoluto un errore dell’umanità la persecuzione degli ebrei. Sono due cose distinte. Posso dire questo: l’Eur e Piacentini sono meglio di Fuksas. Quindi la Nuvola di Fuksas è peggio del Palazzo dell’Agilità. Gli architetti del fascismo erano meglio di Fuksas. Non c’è dubbio, erano meglio di Fuksas. Avrebbero fatto meglio di Di Maio, è indiscutibile. Che sia meglio di Di Maio qualunque ministro del fascismo, non c’è dubbio. Tra Mussolini e Di Maio non c’è paragone? No, anche Farinacci era meglio. Basta qualunque fascista di quegli anni, tu prendi un qualunque ministro dell’epoca, era un ministro che sapeva quello che faceva. La legge Rocco per esempio vale mille volte della legge che farà Bonafede”.