Vittorio Veneto (Treviso), ritrovate le due amiche quindicenni scomparse: erano nascoste in un armadio

Pubblicato il 12 Ottobre 2010 16:42 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2010 22:08

Una fuga da casa improvvisata alla caccia di ‘emozioni’, forse per spezzare la quotidianità della vita di provincia. E’ il movente che avrebbe spinto a scappare venerdì scorso le due ragazzine di 15 anni di Vittorio Veneto (Treviso), ritrovate la scorsa notte dai carabinieri a Fiume Veneto (Pordenone), nell’abitazione di una loro amica ventenne.

I militari le hanno scovate nascoste in un armadio, in un ultimo tentativo di farla franca. La fuga venerdì scorso, un cellulare lasciato a casa e l’altro nella borsa ma spento, con una ventina di euro in tasca per raggiungere, dopo aver vagato un po’, la casa dell’amica più grande nel paesino del Friuli. Per una delle due non era la prima volta; in un’altra occasione aveva chiesto ai genitori di poter andare a ballare il venerdì e restare poi a dormire fuori.

Ma quando sabato non arrivano più notizie di entrambe, e quell’unico cellulare continua a risultare spento, le famiglie danno l’allarme ai carabinieri. Gli investigatori hanno iniziato cosi’ a seguire le tracce delle due tra Vittorio Veneto e Sacile (Treviso), dove una delle due avrebbe dovuto andare a scuola ma risultava assente. La coppia di fuggiasche è stata dapprima notata nelle immagini di alcuni video di sorveglianza, che hanno fatto ipotizzare si stessero spostando verso Pordenone o Udine. Poi l’unico telefonino a loro disposizione si è acceso alcune volte, e a questo punto i militari hanno individuato la zona in cui si trovavano. Quando sono giunti la notte scorsa nella casa della loro conoscente a Fiume Veneto hanno impiegato pochi istanti a scoprirle: le due amiche erano nascoste nell’armadio, come se avessero compiuto una marachella. Così stamane sono state riconsegnate alle famiglie. Della loro fuga non hanno dato spiegazioni.