Viviana Parisi trovata morta nel bosco. Riconosciuta dalla fede. Si cerca il piccolo Gioele

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Agosto 2020 20:35 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2020 21:37
Viviana Parisi, trovato il corpo di una donna dove la dj è scomparsa col figlio

Viviana Parisi, trovato il corpo di una donna dove la dj è scomparsa col figlio (Foto Ansa)

Trovato il corpo di Viviana Parisi, scomparsa con il figlio Gioele di 4 anni il 3 agosto.

E’ di Viviana Parisi il cadavere trovato nel pomeriggio di sabato nei boschi attorno a Caronia. Secondo quanto si apprende da fonti investigative la conferma è arrivata dalla fede che la donna aveva al dito: all’interno c’è scritto il nome del marito, Daniele Mondello. Ancora nessuna traccia del piccolo Gioele che era con la mamma al momento della scomparsa.

La donna trovata morta a Caronia indossa un paio di pantaloncini jeans, una maglietta e un paio di scarpe bianche. Una scarpa era indossata, l’altra è stata trovata vicino al cadavere che giaceva bocconi tra gli alberi di una boscaglia non molto distante dal punto dell’autostrada A20 da cui Viviana Parisi si è allontanata. In un primo momento si pensava che il cadavere fosse di un’altra donna scomparsa venerdì nella stessa zona.

Viviana Parisi, le parole del pm.

Il pm Angelo Cavallo che sta coordinando le indagini aveva ricostruito gli ultimi venti minuti della donna prima della scomparsa.

“Gli scontrini del pedaggio ci dicono che ci sono venti minuti di buco tra il momento in cui è uscita e il momento in cui è rientrata. Dal suo paese, Venetico, ha raggiunto Milazzo. Qui, anziché fermarsi come aveva detto al marito, ha imboccato l’autostrada in direzione Palermo ed è uscita allo svincolo di Sant’Agata, senza pagare il pedaggio. A Sant’Agata non sappiamo cos’abbia fatto per venti minuti, poi si è rimessa in marcia fino al punto in cui è accaduto l’incidente in autostrada”.

Intervistato dalla Stampa, sull’ipotesi che Viviana Parisi abbia cambiato programma, spiega: “Non ci sono testimoni che ce lo confermino. E purtroppo non ci sono registrazioni video. Le videocamere dell’autostrada sono tutte guaste e i caselli sono automatici. Tranne che all’inizio del viaggio: a Milazzo in macchina c’era lei con il figlio”. (Fonte Ansa).