Viviana Parisi e Gioele Mondello, trovati altri frammenti ossei nei boschi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Settembre 2020 9:47 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2020 9:47
Viviana Parisi e Gioele Mondello, trovati altri frammenti ossei nei boschi

Viviana Parisi e Gioele Mondello, trovati altri frammenti ossei nei boschi (Foto Ansa)

Caso Viviana Parisi. Trovati altri frammenti ossei nei boschi di Caronia e le analisi dovranno stabilire se appartengono al piccolo Gioele Mondello.

Il giallo di Caronia sulla morta di Viviana Parisi e del piccolo Gioele Mondello si arricchisce di una nuova scoperta, altri frammenti ossei trovati a Caronia in mezzo al bosco. 

I vigili del fuoco e gli uomini della polizia scientifica non hanno interrotto le ricerche di indizi utili alle indagini dopo il ritrovamento dei cadaveri della dj Viviana Parisi e del figlioletto di 4 anni. La zona dal traliccio, ai piedi del quale è stata rinvenuta cadavere Viviana, fino al luogo in cui sono stati trovati i resti di Gioele, sono stati puliti da erbe e rovi per essere ispezionati.

Gli esami sui resti del piccolo Gioele

“Trovato del terriccio e altro materiale. Quello prelevato servirà proprio a questo a stabilire se hanno spostato Gioele o se è rimasto lì dove ritrovato”. A dirlo l’avvocato Antonio Cozza, legale della famiglia della dj Viviana Parisi, a conclusione dell’accertamento sul cranio di Gioele. L’esame eseguito al dipartimento di Geologia forense dell’università di Messina.

“Ancora è molto presto c’è molta attività da svolgere – ha aggiunto il penalista – il tempo ha complicato gli accertamenti. Sono trascorsi 15 giorni dal rinvenimento, quindi bisogna andare cauti, come abbiamo detto fin dall’inizio. Ad oggi non c’è una pista selettiva – ha sottolineato l’avvocato Cozza – bisogna fare indagini a trecentosessanta gradi. È tutto da valutare e da studiare, si sono limitati a fare dei prelievi di materiale inorganici rinvenuto sulla teca cranica: terreno, foglie e altro”.

Nel cellulare e nel tablet forse c’è la soluzione del giallo sulla morte di Viviana Parisi e del figlio Gioele Mondello. Il contenuto del telefonino e del tablet della mamma 43enne morta nei boschi di Caronia insieme al figlioletto di tre anni, Gioele Mondello sta per essere esaminato dai tecnici nominati dal procuratore di Patti, Angelo Vittorio Cavallo.

Insieme all’estrapolazione e copia dei dati contenuti sui dispositivi in uso alla dj, il magistrato ha disposto anche nuovi accertamenti irripetibili sulla Opel Corsa coinvolta nell’incidente stradale avvenuto sulla A20 lo scorso 3 agosto. (Fonte Ansa).