Viviana Parisi, continuano le ricerche del figlio Gioele: potrebbe averlo ucciso e seppellito. Cosa aveva scritto la donna su Fb

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Agosto 2020 12:01 | Ultimo aggiornamento: 9 Agosto 2020 16:26
luogo ritrovamento cadavere Parisi

Viviana Parisi, continuano le ricerche del figlio Giole. Cosa aveva scritto la donna su Fb: “Due anni fa mi sono chiusa in un bunker”. Nella foto Ansa il luogo del ritrovamento

Viviana Parisi, sono continuate nella notte le ricerche del piccolo Gioele, il bambino di 4 anni scomparso con la madre il 3 agosto scorso.

Viviana Parisi è stata ritrovata morta nella giornata di ieri, sabato 8 agosto, nei boschi di Caronia, a 500 metri dall’autostrada. Ora sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso della deejay torinese trapiantata in Sicilia.

A proseguire le ricerche del piccolo Gioele sono i Vigili del Fuoco e le forze dell’ordine.

La drammatica ipotesi fatta dagli inquirenti

L’ipotesi più drammatica, fatta dagli inquirenti, è che la donna potrebbe avere ucciso il figlio seppellendolo nella zona prima di suicidarsi.

Tutte le piste restano tuttavia aperte tra cui quella dell’omicidio. 

Decine di persone con unità cinofile stanno perlustrando le campagne.

“Fino ad oggi – spiegano i Vigili del Fuoco – abbiamo perlustrato più di 500 ettari con l’ausilio dei cani e dei droni. È complicato perché si tratta di boschi e luoghi impervi dove è difficile spostarsi”.

Gli investigatori, esaminando le registrazioni delle videocamere di sorveglianza e ascoltando testimoni, vogliono intanto capire cosa abbia fatto la donna nei venti minuti trascorsi tra la sua uscita nel casello autostradale di Sant’Agata di Militello e il suo rientro in autostrada.

La Parisi, una volta rientrata in autostrada, ha avuto un incidente con l’auto da cui è scesa camminando col bimbo in braccio lungo l’autostrada e facendo perdere le sue tracce.

Sequestrato traliccio energia elettrica

Gli inquirenti hanno intanto sequestrato nell’area dov’è stata trovata Viviana Parisi un traliccio che regge cavi dell’energia elettrica per capire se la donna possa essersi gettata dall’alto dopo essere salita sull’impalcatura.

Gli investigatori escludono però che la donna si sia uccisa buttandosi dal traliccio perché
l’impalcatura non sarebbe stata toccata.

Viviana Parisi, post su Fb: “Due anni fa mi sono chiusa in un bunker”

Quasi un mese fa, la deejay 43enne aveva scritto un ultimo messaggio sulla pagina social del marito.

In quel post, come racconta Leggo, si possono leggere i suoi ultimi pensieri per cercare di capire il suo stato d’animo.

La donna e il marito Daniele Mondello, erano entrambi deejay.

Nel post Viviana racconta come è cambiata la sua vita dopo la nascita del figlio:

“Cinque anni fa i miei ormoni sono cambiati e gli ormoni di una donna sono veramente complicati e difficili da gestire. Alla nascita del mio cucciolo il suo mondo mi rapì sia con il cuore che con la mente”.

“Il mio tempo non lasciò spazio ad altri pensieri. Mi travolse”.

“Prima di tutto mi coinvolse un senso di protezione quindi iniziai ad aver cura di tutto il suo grande universo… “

“Fino a un anno e mezzo fa lo nutrii col mio seno”.

“Decisi poi a malincuore di non dargli più il mio latte nonostante ne avessi ancora proseguii con quello che mi prescrisse il pediatra, così arrivò il primo distacco come quello del cambio dei quindici pannolini quotidiani al vasino e… quello del baldacchino alla culla più grande… La musica per me cambiò….”.

La donna racconta che due anni fa ha avuto un momento di crisi 

La 43enne racconta che due anni fa ha avuto un momento di crisi: 

“Io che…. poi due anni fa mi sono totalmente e completamente del tutto ancora più  estraniata, allontanata, chiusa in un bunker precisamente e vi diro’ cari amici che state qui in parte a leggere le mie emozioni… “.

“E come se avessi incontrato la matrigna cattiva e fossi scappata nel bosco nascondendomi dal mondo”. 

“La musica? La musica e tutto ciò che facevo è diventata malvagia mi ha ‘perseguitata’ mi ha rinchiuso in una bara di ‘cristallo'”. 

Ho cercato di difendermi, ho cercato di proteggere me e il mio piccolo ma alla fine è stato il mio cucciolo a darmi il TEMPO e a cliccare il tasto PLAY, a ridarmi il ‘ RITMO’ pian piano …”

Amici del marito non credono alla tesi del suicidio

“Non crediamo che Viviana si sia uccisa o abbia ucciso Gioele. Pensiamo che qualcuno li abbia aggrediti o uccisi o che degli animali che qui si muovono in branchi li abbiamo assaliti e ammazzati”.

A dirlo all’Ansa sono due amici di Daniele Mondello, il marito di Viviana Parisi.

I due amici vengono da Tortorici e aspettano di parlare con Daniele alla postazione dei vigili a Caronia: 

“E vero Viviana ha passato dei brutti momenti – concludono – ma non avrebbe mai ammazzato Gioele era troppo attaccata a lui” (fonte: Ansa, Leggo).