In volo per Milano con detonatori in borsa: “Non sapevo cosa fossero”

Pubblicato il 30 Aprile 2013 16:29 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2013 16:31

In volo per Milano con detonatori in borsa: "Non sapevo cosa fossero"CAGLIARI – Trasportava nel suo bagaglio a mano, pronto per imbarcarsi su un volo per Milano, quattro detonatori da cava. Un imprenditore agricolo di 45 anni di Cremona, ma con un’azienda a Villlamassargia, nel Sulcis, è stato bloccato e denunciato dagli agenti della Polaria per detenzione di materiale esplodente. Sequestrati quattro detonatori cilindrici lunghi circa quattro centimetri, con all’interno microcariche simili a petardi. L’uomo, che fa la spola costantemente tra la Lombardia e la Sardegna, lunedì sera all’aeroporto di Elmas stava per imbarcarsi a bordo del volo Meridiana diretto a Milano.

Si è presentato tranquillamente davanti agli addetti alla vigilanza per i controlli, facendo passare sotto lo scanner ai raggi x il suo bagaglio a mano. Guardando il monitor, gli addetti si sono accorti che tra gli effetti personali dell’imprenditore c’erano quattro oggetti strani, sospetti. E’ stato subito richiesto l’intervento degli agenti della Polaria e i detonatori sono stati sequestrati. L’imprenditore ha cercato di giustificarsi con i poliziotti: ”Non sapevo che fossero detonatori, li ho trovati poco tempo fa vicino alla mia abitazione e li ho infilati nella borsa”.

Gli agenti hanno effettuato tutta una serie di verifiche sul passeggero per accertare che non fosse legato ad ambienti terroristici o criminali, poi è stato rilasciato. Il 45enne, denunciato, è anche riuscito a prendere in tempo l’aereo per Milano. I quattro detonatori, secondo i primi accertamenti, non potevano essere utilizzati se non collegati ad esplosivo e fili elettrici, inoltre non erano stati nascosti ma ben visibili tra gli altri effetti personali. Sul caso è intervenuto il deputato del Pdl Mauro Pili, che con una interrogazione chiede l’interessamento del ministro Alfano. ”E’ un fatto inquietante – dice il parlamentare sardo – per il quale occorrono immediati chiarimenti”.