Volo Olbia-Roma, fumo a bordo. 20 minuti di panico tra gola irritata e attacchi d’ansia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Gennaio 2020 12:03 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2020 12:08
Volo Air Italy Olbia-Roma, fumo a bordo. 20 minuti di panico tra gola irritata e attacchi d'ansia

Volo Olbia-Roma, fumo a bordo. 20 minuti di panico tra gola irritata e attacchi d’ansia (nella foto d’archivio Ansa, un aereo della Air Italy)

ROMA – Volo Olbia-Roma, “20 minuti di panico estremo”. Con queste parole una passeggera ha commentato a Radio Capital quanto accaduto sull’aereo, decollato dalla Sardegna la sera di venerdì 17 gennaio e diretto nella capitale. Aereo sul quale è stato registrato fumo a bordo. Tanto fumo, fino quasi a non far respirare i passeggeri.

Si tratta di un volo della compagnia Air Italy partito da Olbia e diretto a Roma Fiumicino. Poco dopo il decollo, attorno alle 20, è stato segnalato del fumo nella parte posteriore del velivolo. Il comandante ha immediatamente invertito la rotta chiedendo di effettuare un atterraggio di emergenza. L’aereo è rientrato al Costa Smeralda senza problemi. Nessun ferito tra i passeggeri e il personale di bordo.

Il volo IG1113 da Olbia a Roma – comunica la compagnia in una nota – è stato interessato da un problema tecnico poco dopo il decollo. L’aereo si è quindi diretto verso lo scalo di partenza, è atterrato in sicurezza e tutti i passeggeri sono stati sbarcati normalmente. Come da procedura standard, l’aeromobile viene ora completamente ispezionato prima di tornare in servizio. Per quanto riguarda le operazioni odierne da Olbia, a causa dell’ispezione dell’aereo, subiranno ritardo ma tutti i voli verranno garantiti.

Nessun ferito, per fortuna, ma la paura è stata tanta. D’altronde essere a bordo di un aereo che presenta dei problemi è uno degli incubi peggiori che vengano in mente. Spesso, quando vengono diffusi video girati all’interno di velivoli in avaria o che rischiano di precipitare, ci si presentano scene di panico: chi prega, chi urla, chi compie gesti inconsulti. Facile parlare di sangue freddo se non si è mai provata una sensazione simile.

Repubblica riporta che: Una passeggera a bordo, Luisanna Porcu, ha raccontato a Radio Capital che il fumo si è propagato a tutta la cabina e che alcuni passeggeri hanno accusato malori o crisi di panico. La passeggera ha parlato di “venti minuti di panico estremo. Nonostante tutto sia durato poco è sembrato interminabile”. Porcu ha detto che i medici sono saliti a bordo, ma nonostante tutti sentissero la gola irritata e tossissero non ci sono state conseguenze. (Fonti: Agi e Repubblica).