Roma “bucata”. Voragine di 12m in via Dulceri, 3 mesi fa in via Leone XIII

Pubblicato il 10 settembre 2012 14:27 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2012 14:32
La voragine di 12 m in via Leone XIII

La voragine di 12 m in via Leone XIII

ROMA – Una voragine profonda 12 metri e larga 10 si è aperta la notte del 9 settembre tra i quartieri del Pigneto e di Torpignattara, a Roma.  La terra ha così inghiottito parzialmente due auto in sosta a via Augusto Dulceri. La causa della voragine sarebbe stata la rottura di una tubatura dell’acqua. Questo è il secondo caso, in appena 3 mesi, in cui le strade romane si aprono all’improvviso inghiottendo quanto vi è sopra. Il 13 giugno era stata la volta di via Leone XIII, dove si aprì una voragine profonda 12 metri e larga 6.

La strafa “bucata” è stata chiusa tra il civico 62 ed il 79 dalla polizia municipale e dai vigili del fuoco, che ritengano il manto stradale abbia ceduto per una perdita d’acqua dovuta ad un guasto ad una tubatura. Anche il 118 è intervenuto sul luogo dove si è aperta la voragine, in cui due auto sono parzialmente sprofondate, ma non risultano feriti nell’incidente.

Quella di via Dulceri porta alla mente un episodio simile, accaduto appena 3 mesi fa,  in via Leone XIII. Il 13 giugno una voragine si è aperta nella strada a grande scorrimento che costeggia Villa Pamphili. Più disagi per il traffico in quell’occasione, con i vigili urbani che consigliarono percorsi alternativi “a largo raggio come viale Trastevere ed il Lungotevere” e le cui ripercussioni arrivarono in vari quartieri come Boccea, Prati e Aurelio.