Vulcano Solfatara, sciame sismico tra Pisciarelli e Astroni: almeno 10 scosse in poche ore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2017 16:47 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2017 16:47
vulcano-solfatara

Vulcano Solfatara, sciame sismico tra Pisciarelli e Astroni: almeno 10 scosse in poche ore

NAPOLI – Almeno dieci scosse in poche ore sono state registrate vicino al vulcano Solfatara nella provincia di Napoli la mattina del 16 novembre. Lo sciame sismico ha interessato l’area tra Pisciarelli e l’oasi degli Astroni, con ipocentro a circa 1,2 chilometri di profondità. Questi i dati diffusi dall’Osservatorio Vesuviano, che si occupa del monitoraggio della zona vulcanica dei Campi Flegrei e che ha segnalato le scosse, tutte con magnitudo inferiore a 1.3.

Lo sciame nella zona della Solfatara non si ritiene non ancora concluso, anche se non sono stati registrati altri movimenti da metà mattinata, come ha spiegato Vincenzio Figliolia, sindaco di Pozzuoli, come riportato dall‘Ansa:

“Lo sciame di questa mattina rientra nella norma dei fenomeni bradisismici che caratterizzano questa area. Non vedo novità rispetto a quanto è stato riferito ieri sera dai responsabili della Protezioni Civile nazionale e dell’INGV. Le scosse le ho avvertite anch’io questa mattina: c’è stato solo un piccolo sussulto, non ho avvertito boati. Niente di nuovo che possa allarmare. Noi continuiamo a mantenere l’attenzione alta proprio perché ci troviamo in una zona sismica”.

Proprio la sera del 15 novembre il responsabile nazionale della Protezione Civile, Angelo Borrelli, aveva detto, incontrando i cittadini di Pozzuoli:

“Sappiamo che questa è un’area esposta a rischio, il vulcano è un vulcano sostanzialmente attivo, abbiamo in atto un’intensa attività di monitoraggio, incrementata dal 2012 con il passaggio al livello di allerta giallo. Fino ad oggi non abbiamo avuto comunicazioni di cambiamenti di stato o di condizioni che possono consigliare un innalzamento del livello di allerta”.