WhatsApp per adescare bambina di 10 anni, denunciato 18enne a Milano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Gennaio 2015 12:14 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2015 12:14
WhatsApp per adescare bambina di 10 anni, denunciato 18enne a Milano

Foto d’archivio

MILANO – Un giovane 18enne di Milano è accusato di aver adescato, attraverso WhatsApp, una bambina 10 anni, residente a Cuneo, inducendola poi a compiere atti sessuali e a diffondere sue fotografie hard. E’ stato denunciato dai Carabinieri della Compagnia di Bra e della Stazione di Canale d’Alba alla Procura di Asti, competente per territorio. I reati contestati sono di adescamento e corruzione di minore.

Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati i genitori della vittima controllando il suo cellulare. Lo studente, utilizzando l’applicazione di messaggistica istantanea, per stabilire il contatto si è spacciato per la fidanzata di uno dei contatti comuni. Conquistata la fiducia, ha raggirato la ragazzina.

I carabinieri, a cui la famiglia si è rivolta, si sono attivati giungendo a identificare l’autore degli scambi di messaggi. Nel corso delle indagini l’abitazione dello studente è stata sottoposta a perquisizione sequestrando computer, telefoni cellulari e supporti di memorizzazione digitale.