Whirlpool, chiude lo stabilimento a Trento: a rischio 450 posti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2013 13:59 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2013 13:59
Whirlpool, chiude lo stabilimento a Trento: a rischio 450 posti

Whirlpool, chiude lo stabilimento a Trento: a rischio 450 posti

TRENTO – Verrà chiuso lo stabilimento Whirlpool di Spini di Gardolo, a nord di Trento, che dà lavoro a 450 persone. La produzione dei frigoriferi ad incasso realizzati a Spini verrà trasferita a Cassinetta di Biandronno (Varese) dove il Piano industriale Emea prevede la creazione dell’hub europeo Whirlpool del ‘built in’. La produzione dei frigoriferi a libera installazione, che costituisce la parte minore della produzione di Spini, verrà invece portata nell’hub del free standing già esistente a Wroclaw, in Polonia.

Lo ha annunciato la multinazionale che ha presentato il nuovo piano industriale a rappresentanze sindacali e industriali delle province di Varese e Trento. Alla base della decisione, si legge in un comunicato aziendale, ”contrazione della domanda, pressione sui prezzi, rincaro dei costi delle materie prime, previsioni di mercato stagnante, sottoutilizzo della capacità produttiva dei siti industriali”.

La fabbrica di Spini di Gardolo, dove si producevano frigoriferi da incasso e di libera installazione – sottolinea l’azienda – ”ha una bassa capacità produttiva utilizzata”. ”Il trasferimento della produzione dei modelli built in a Cassinetta – prosegue la nota – indica la scelta precisa della multinazionale di puntare sull’Italia come Paese chiave nella strategia aziendale, investendo 295 milioni di euro nei prossimi quattro anni”.