Chi ha dato il calcio mortale in testa a Willy? 2 testimoni: “Fratelli Bianchi arrivati dopo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Settembre 2020 8:48 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2020 8:51
Chi ha dato il calcio mortale in testa a Willy? Due testimoni "scagionano" i fratelli Bianchi

Chi ha dato il calcio mortale in testa a Willy? 2 testimoni: “Fratelli Bianchi arrivati dopo”

Chi ha dato il calcio in testa a Willy Monteiro? Calcio risultato poi fatale per la morte del ragazzo di 21 anni a Colleferro. I 4 indagati dicono di non averlo toccato e si accusano a vicenda.

Ci sono due supertestimoni della rissa sfociata nell’uccisione di Willy Monteiro a Colleferro. Sono amici del gruppo dei quattro arrestati. Se la loro versione viene confermata dalle indagini dei carabinieri, saranno ridefinite le responsabilità dei fratelli Bianchi. 

Secondo quanto raccontato da questi due testimoni infatti, il cui racconto viene riportato dal Corriere della Sera, a colpire Willy non sarebbero stati i fratelli Bianchi. Secondo i testimoni Mario Pincarelli gli avrebbe dato un pugno al capo e Francesco Belleggia un calcio da karate in pieno volto volto.

Un dettaglio, questo, che sarebbe riportato anche in altre testimonianze raccolte dai carabinieri. Belleggia è un karateca e nel suo interrogatorio ha detto di non aver colpito il ragazzo, accusando implicitamente gli altri del gruppo. In ogni caso Willy ricade e non si alzerà più. Ma sul racconto dei 2 testimoni ci sono ancora tante verifiche da fare.

I fratelli Bianchi, sempre secondo quanto raccontato da uno dei testimoni, non erano presenti all’inizio della rissa. Sono stati chiamati con il cellulare proprio da uno dei testimoni: “Venite, sta succedendo un casino”. L’acquisizione dei tabuati telefonici disposta dalla procura di Velletri trova la sua motivazione con la ricerca di conferme su questo passaggio. Willy Monteiro era a Colleferro e stava passando lì per caso quando ha visto un suo amico coinvolto nella rissa. Rissa tra giovani di Colleferro e giovani di Artena per un like alla foto di una ragazza.

I 4 indagati si difendono e rigettano le accuse

Chiamano in causa quelli che, secondo loro, sono i responsabili della morte di Willy. “Non siamo stati noi, ecco i nomi di chi ha partecipato a quella rissa”, hanno detto Marco e Gabriele Bianchi. Scattano anche accuse incrociate per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. Una rissa senza “padri”, in cui i fratelli Bianchi si ritagliano un ruolo di “pacieri”, intervenuti per sedare un confronto tra due gruppi scoppiato per un “apprezzamento” ad una ragazza.

Una posizione sovrapponibile a quella di Mario Pincarelli che ha negato le accuse assicurando di non avere avuto alcun ruolo attivo nel pestaggio del ventenne. Il quarto arrestato, Francesco Belleggia, si è limitato ad affermare che era lì quella sera ma non ha preso parte alla rissa. Insomma tutti negano di aver toccato Willy o addirittura di essere intervenuti per salvarlo. Ma quei pugni e quel calcio in faccia chi glielo ha dato? (Fonte Il Corriere della Sera).