Yara Gambirasio, dna conferma: il killer è il figlio dell’autista di Gorno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Aprile 2014 8:53 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2014 12:27
Yara Gambirasio, Eco di Bergamo: "Giuseppe Guerinoni il padre dell'assassino"

Yara Gambirasio

BERGAMO – Omicidio di Yara Gambirasio, il dna conferma: il killer della tredicenne di Brembate Sopra (Bergamo), scomparsa e uccisa il 26 novembre 2010 è il figlio naturale di Giuseppe Guerinoni, autista di Gorno morto nel 1999, a 61 anni. Succede che si conosce il profilo genetico dell’assassino, ma è impossibile dargli un nome o un volto: il padre naturale è morto, la madre ignota, il figlio irrintracciabile. Il giallo non è risolto, gli inquirenti stanno setacciando la vita privata e gli amori nascosti dell’autista che ha trasmesso il suo stesso sangue al killer.

Una indagine a ritroso nel tempo. Dagli interrogatori condotto dagli inquirenti tra gli ex colleghi di Guerinoni si è saputo che questi, a metà degli anni Sessanta, aveva confessato di avere avuto una relazione extraconiugale con una donna della Val Seriana, ma tutti i tentativi di risalire a lei (e quindi al figlio) sono finora stati vani.

Il dna dell’uomo, prelevato dopo la riesumazione del cadavere, ha una compatibilità del 99,99999987% con una macchia di sangue trovata su Yara. L’omicida si era infatti ferito con un coltellino, forse nel tentativo di tagliarle gli slip.

Il risultato, che fuga ogni dubbio sulla validità degli accertamenti precedenti, è stato ottenuto con il raffronto eseguito dall’anatomopatologa Cristina Cattaneo ed è stato consegnato nei giorni scorsi al pm di Bergamo Letizia Ruggeri, titolare dell’inchiesta sull’omicidio di Yara.