Yara Gambirasio, foto choc cadavere in Aula. I giudici…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Ottobre 2015 10:29 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2015 10:30
Yara Gambirasio, foto choc cadavere in Aula. I giudici...

Yara Gambirasio, foto choc cadavere in Aula. I giudici…

BERGAMO – Il cadavere della ragazzina è troppo impressionante, sono immagini troppo crude perché gli spettatori del processo possano vederle. Al processo sull’omicidio di Yara Gambirasio si va avanti così. I giudici della corte d’assise di Bergamo hanno deciso che, durante la deposizione dell’anatomopatologa Cristina Cattaneo, in cui saranno proiettate delle diapositive ritraenti il ritrovamento del corpo di Yara Gambirasio, il pubblico debba uscire dall’aula. Questo per la “tutela dell’immagine” della giovane vittima.

A chiedere che l’udienza si svolgesse a porte chiuse sono stati gli avvocati di parte civile della famiglia Gambirasio e sia il pm Letizia Ruggeri sia i difensori di Massimo Giuseppe Bossetti si sono rimessi alla decisione dei legali dei Gambirasio. Il presidente, Antonella Bertoja, ha quindi disposto che in aula possano rimanere solo le parti e i giornalisti. Sin dall’inizio del processo non sono state ammesse in aula telecamere né altri mezzi che possano riprendere o fotografare lo svolgimento dell’udienza.

Yara, che era residente a Brembate Sopra (in provincia di Bergamo), è stata ritrovata morta dopo mesi a Chignolo d’Isola. Per il suo omicidio l’unico indagato in questo momento è appunto Bossetti, padre di famiglia e carpentiere di Mapello. Bossetti lavorava spesso in un cantiere che si trova vicino al campo in cui è stato ritrovato il cadavere.