Yara Gambirasio, intervista a Fikri: “I biglietti li ho comprati una settimana prima…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Maggio 2013 11:50 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2013 11:51
Mohammed Fikri

Mohammed Fikri

ROMA – Sul settimanale Giallo un’intervista esclusiva con Mohammed Fikri, il marocchino accusato di complicità nel caso dell’omicidio di Yara Gambirasio:

“Se avessi saputo davvero qualcosa lo avrei detto subito. E’ un incubo che non finisce mai, sono sotto inchiesta da due anni, ma non potrei tenermi un peso così grosso se davvero sapessi. Questa indagine, aggiunge, mi ha rovinato la vita. Spiega che per colpa delle indagini ha perso il lavoro e anche la fidanzata, perché aveva paura di essere indagata anche lei. Fikri spiega poi che quando venne arrestato sulla nave, dissero che aveva comprato il biglietto il giorno prima di partire, come se avesse voluto fuggire dall’Italia. Invece spiega di averlo comprato una settimana prima, quando Yara Gambirasio non era ancora stata rapita. Fikri racconta i giorni in cui venne portato in cella dove rimase tre giorni per poi essere finalmente liberato perché contro di lui non c’erano prove”.