Cronaca Italia

Yara Gambirasio, oltre mille segnalazioni di veggenti e cittadini. Tutte false

Yara Gambirasio, oltre mille segnalazioni di veggenti e cittadini. Tutte false

Yara Gambirasio (Foto Lapresse)

BERGAMO – Omicidio di Yara Gambirasio, sono più di mille le segnalazioni sul caso della tredicenne di Bremabate di Sopra (Bergamo) uccisa il 26 novembre del 2010. Si tratta, scrive sul Corriere della Sera Giuliana Ubbiali, di suggerimenti dati agli investigatori da veggenti, sensitivi, cittadini in buona fede. Più di mille lettere, di cui la metà con indicazioni precise, ma tutte inutili.

Anche ultimamente in Procura si è presentato, scrive Ubbiali,

“un sensitivo che ha raccontato di essere stato nei luoghi del ritrovamento della tredicenne, a Chignolo d’Isola, e di aver percepito che l’assassino è un uomo sui 30 anni che cammina male per via di un incidente. Quando la bambina era sparita, una delle tante veggenti aveva spedito agli inquirenti una mappa con il percorso dei suoi rapitori, indicando anche dei dettagli, come una piccola cappella con una madonnina che però non esiste”.

Tra le varie segnalazioni arrivate in Procura ci sono un presunto identikit della madre dell’omicida, rivelatori falso, un sasso con delle presunte tracce di sangue, che però tracce di sangue non sono, alcuni numeri di targa di quello che qualche abitante di Brembate credeva fosse l’assassino della piccola Yara. Ma anche in questi casi tutti gli indizi si sono rivelati falsi. Ma le indagini non si fermano. 

 

 

 

To Top