Yara: nel primo anniversario la tomba è sommersa di fiori

Pubblicato il 26 Novembre 2011 18:17 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2011 18:46

BREMBATE SOPRA (BERGAMO), 26 NOV – Non ci sono piu' pattuglie di polizia e carabinieri a Brembate Sopra, nel giorno del primo anniversario della scomparsa di Yara Gambirasio. Nel paese delle bergamasca dove viveva la tredicenne rapita e uccisa il 26 novembre 2010, la vita sembra essere tornata alla normalita'. C'e' solo uno striscione appeso all'entrata del centro sportivo di via Locatelli, che recita: 'Brembate vive nel tuo sorriso. Ciao Yara'.

Ma nel piccolo cimitero, a due passi dal palazzetto dello sport, la processione di gente che si reca a fare visita alla piccola Yara e' incessante. La tomba e' sommersa di fiori e di messaggi, lasciati da parenti e amici, compagni di scuola della tredicenne, ma anche da tanti sconosciuti. Anche oggi i coniugi Gambirasio hanno scelto il silenzio, non partecipando neppure alla cerimonia di intitolazione della palestra della scuola delle suore Orsoline di Bergamo che Yara frequentava. Maura e Fulvio Gambirasio sono rimasti tutto il giorno nella loro abitazione di via Rampinelli. E questa sera la comunita' di Brembate Sopra tornera' di nuovo a stringersi attorno a loro, durante una Messa che sara' celebrata in parrocchia da don Corinno Scotti.