Roma, Micaela Castro Pizarro spinta sotto la metro: il video che ha portato all’arresto di Ivan Trotta

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 gennaio 2018 19:32 | Ultimo aggiornamento: 31 gennaio 2018 6:37
Un video inguaia Ivan Trotta, l'uomo accusato di aver spinto sotto la metro di Roma una donna peruviana

Un frame dal video della stazione Eur Fermi di Roma

ROMA – Ecco il video che secondo gli investigatori incastrerebbe Igor Trotta, 47 anni, l’uomo accusato di aver gettato sotto un treno della metropolitana di Roma Micaela Castro Pizarro, badante peruviana di 47 anni, causandole l’amputazione di un avambraccio.

Nel filmato registrato dalle videocamere di sorveglianza della stazione della metro Eur Fermi e acquisito dalla polizia si vede un uomo con un giubbotto rosso che passa ai varchi alle 12:49 del 26 gennaio scorso e ricompare due minuti dopo tra la folla in attesa della banchina. Poi alle 12:53 le immagini si interrompono nel momento in cui un uomo spinge all’improvviso una donna davanti a lui che finirà sui binari.

La mattina seguente la squadra mobile ha arrestato con l’accusa di tentato omicidio l’uomo. Nel video si vedono poi alcune persone correre sulla banchina, poco dopo le 13, e lo stesso uomo con il giubbotto rosso avvicinarsi ai varchi d’uscita.

Nei confronti di Trotta il giudice per le indagini preliminari di Roma ha disposto una perizia psichiatrica. Trotta, difeso dall’avvocato Maurizio Scuderi, è attualmente detenuto nel centro clinico del carcere di Rebibbia

Per chi indaga si è trattato del gesto di un folle. Trotta e Castro non si conoscevano e prima della spinta non ci sarebbe stata nessuna discussione. E’ avvenuta a sorpresa. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo era seguito da tempo per disturbi psichici e viveva con la madre.

Durante le perquisizioni sarebbero stati trovati certificati clinici sullo stato di salute. Chi lo conosce si è detto stupito del gesto perché in passato l’uomo non sarebbe mai stato violento.