Zaia: “Crisanti smetta con la tv”. Il virologo: “Non ci ho mai preso un euro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Maggio 2020 11:39 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2020 11:39
Zaia: "Crisanti smetta con la tv". Il virologo: "Non ci ho mai preso un euro"

Zaia: “Crisanti smetta con la tv”. Il virologo: “Non ci ho mai preso un euro” (Foto Ansa)

ROMA – Zaia: “Crisanti smetta con la tv”. Il virologo: “Non ci ho mai preso un euro”. Non si placa la polemica tra il governatore del Veneto e il responsabile del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’ospedale di Padova.

In una intervista al Fatto Quotidiano Luca Zaia ha detto a proposito di Andrea Crisanti: “Lui è uno scienziato di altissimo livello, gli abbiamo affidato il più grande laboratorio italiano di microbiologia.

Si occupa della fase di analisi. Ognuno deve fare il suo mestiere. Io ho la dottoressa Russo, capo della prevenzione: non fa analisi, ma ha ideato una strategia depositata l’11 febbraio”.

E sul fatto che il governatore vada poco in televisione: “Non me ne frega nulla – dice – solo interviste di qualità. Crisanti dovrebbe selezionare di più, per me“.

Ma in quanto all’invito a smettere di andare in televisione rivoltogli da Zaia, Crisanti è categorico: “Io non ho mai preso un euro da nessuna apparizione in tv. Ho solo partecipato a programmi di informazione e non ho mai sollecitato nessun intervento”.

“Penso che dovremmo tutti quanti avere un po’ di senso di decenza”, se non altro “per rispetto a tutte le sofferenze e ai morti. Io sulle sofferenze e sui morti non voglio speculare”. Ciò premesso, “se loro dicono di avere avuto questi piani, li tirassero fuori”, l’invito che il virologo Crisanti rivolge poi alla Regione Veneto dopo che Zaia era tornato sulla polemica esplosa in merito alla paternità della strategia regionale risultata vincente nella gestione dei tamponi per la diagnosi di Covid-19. (Fonte Il Fatto Quotidiano).