Zona bianca, dal 14 giugno Lazio e Lombardia (forse): tutto aperto, no coprifuoco, sì mascherina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2021 8:10 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2021 11:10
Zona bianca, dal 14 giugno Lazio e Lombardia (forse): tutto aperto, no coprifuoco, sì mascherina

Zona bianca, dal 14 giugno Lazio e Lombardia (forse): tutto aperto, no coprifuoco, sì mascherina FOTO ANSA

Da giugno alcune regioni italiane potrebbero diventare zona bianca, tra cui Lazio, Lombardia e Umbria, poi se tutto va come deve andare ce ne aggiungeranno molte altre. Questo perché c’è una diminuzione costante dell’incidenza dei nuovi casi su 100mila abitanti e le stime assicurano che (nuove impennate permettendo) nelle prossime settimane la maggior parte delle regioni potrebbero diventare zona bianca.

Zona bianca, perché Lazio, Lombardia e Umbria

La zona bianca si può applicare alle regioni che per tre settimane consecutive hanno un rischio basso e un’incidenza dei contagi inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti. Le regioni che nel monitoraggio del 28 maggio avranno un’incidenza di 50 casi per centomila, il 14 giugno diventeranno zona bianca. In pole position ci sono Lombardia e Lazio che già adesso oscillano tra i 90 e i 70 casi e mostrano una curva in discesa. Ancora meglio sta l’Umbria che nell’ultimo monitoraggio del 14 maggio aveva 75 casi e quasi certamente da questa data sarà bianca. Numeri ancora altissimi avevano invece la Campania (146 casi per 100mila), la Valle d’Aosta (156) la Puglia (117).

Il calendario della zona bianca

Le prime regioni a entrare in zona bianca (già dal primo giugno) sarebbero Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia.  Infatti queste tre regioni stanno migliorando in maniera netta, monitoraggio dopo monitoraggio. Vediamo i dati dell’ultimo monitoraggio: il Molise presentava 41 casi ogni centomila abitanti, la Sardegna 41 e il Friuli Venezia Giulia 44.  Stando ai dati attuali dei monitoraggi, le prossime 3 regioni a passare in zona bianca, dal 7 giugno, sarebbero invece  Abruzzo, Veneto e Liguria. Naturalmente è importante tenere sotto controllo i dati delle prossime settimane. Quindi dal 14 Lazio, Lombardia e Umbria.

Regole zona bianca

La zona bianca, vale la pena ricordarlo, vuol dire niente coprifuoco e niente restrizioni. Le uniche misure da rispettare sono la mascherina e il distanziamento. Per il resto è tutto aperto e tutto come prima della pandemia. Ovviamente serve un rischio di contagio molto basso ed un’incidenza di casi inferiore a 50 contagiati ogni centomila abitanti. Per quanto tempo? Per tre settimane consecutive. Quindi non basta solamente una settimana o due settimane, servono tre settimane consecutive. Quindi parliamo di un totale di 21 giorni di seguito con queste condizioni favorevoli.