Lombardia, Piemonte e Marche in zona arancione, Basilicata e Molise in rosso da lunedì primo marzo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Febbraio 2021 20:10 | Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2021 20:11
Lombardia in zona arancione da lunedì primo marzo. Piemonte e Marche la seguiranno?

Lombardia in zona arancione da lunedì primo marzo. Piemonte e Marche la seguiranno? (ansa)

Zone, si cambia di nuovo, da lunedì primo marzo la Lombardia, il Piemonte e le Marche tornano in zona arancione, Basilicata e Molise vanno in zona rossa. 

Aggiornamento ore 20:10

Lombardia in zona arancione: i dati dei contagi

A pesare in Lombardia probabilmente i dati del contagio ancora in crescita, con il tasso di positività al coronavirus Sars-CoV-2 che sale dall’8,2% di ieri al 9,7% odierno.

Con 46.725 tamponi effettuati sono infatti 4.557 i nuovi positivi e aumentano sia i ricoverati in terapia intensiva (+9, 416 in totale) che negli altri reparti (+10, 4.034).

I decessi sono 48 per un totale di 28.275 morti dall’inizio della pandemia. Nelle provincie, sempre alti i dati nella città metropolitana di Milano (1.145 di cui 457 a Milano città) e di Brescia (918) seguite da Monza e Brianza (505), Varese (365), Bergamo (358), Como (289), Pavia (220), Lecco (197), Mantova (180), Cremona (149), Sondrio (78) e Lodi (51).

Vaccini, la situazione in Lombardia

Intanto nella giornata di ieri, hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid 7.094 anziani over 80, a cui si aggiungono i 409 che hanno ricevuto la seconda dose di vaccino, per un totale di 7.503 dosi somministrate.

Dall’inizio della campagna over 80 del 18 febbraio, sono state somministrate complessivamente a questa categoria di cittadini 38.707 dosi. La campagna di vaccinazione rivolta agli anziani over 80 ha raggiunto le 529.696 adesioni.

Anche Piemonte e Marche verso la zona arancione

Anche Piemonte e Marche si avviano verso la zona arancione. Al momento in Piemonte sono saliti a 8 i Comuni in zona rossa, da sabato alle 18.

Oltre alla conferma per Re, lo stesso provvedimento, in vigore fino al 5 marzo, riguarda altri 6 paesi della Valle Vigezzo, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola: Craveggia, Villette, Toceno, Malesco, Santa Maria Maggiore e Druogno. Zona rossa anche a Cavour (Torino), nel Pinerolese, al confine con la provincia di Cuneo, “a causa – spiega la Regione – di un sospetto focolaio da variante su cui sono in corso ulteriori approfondimenti”.  

Re, Comune montano con poco più di 700 abitanti, è in zona rossa da sabato scorso per un focolaio da variante inglese. “Nonostante siano state disposte le misure restrittive aggiuntive, – spiega la Regione Piemonte – nell’area si rileva ancora un tasso di incidenza molto elevato e doppio rispetto al tasso medio delle tre settimane precedenti”.