Adolf Hitler, Cia desecreta il dossier: “Era bisessuale con tendenze sadomaso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 ottobre 2018 5:00 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 15:01
Adolf Hitler, Cia desecreta dossier e svela dettagli sulla bisessualità

Adolf Hitler, Cia desecreta il dossier: “Era bisessuale con tendenze sadomaso”

ROMA – Adolf Hitler era bisessuale e con tendenze sadomaso. Questo solo uno dei dettagli svelati nel dossier redatto dall’antropologo Henry Field nel 1943 dal titolo “Tratti biografici di Hitler”. Un dossier sul dittatore nazista che è rimasto segreto per lungo tempo prima che la Cia lo desecretasse e che oggi può essere liberamente consultato.

Il rapporto redatto da Field si basa sulle testimonianze di Ernst Franz Sedgwick Hanfstaengl, uno dei membri della ristretta cerchia di amici e collaboratori di Hitler negli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Secondo l’autore del rapporto, il Führer aveva attrazione sessuale verso uomini e donne, con inclinazioni sadomaso.

In particolare, il dittatore nazista era attratto sessualmente dal vice del suo partito, Rudolf Hesse, che è stato anche suo assistente nella stesura del libro ‘Mein Kampf’, mentre erano detenuti insieme dopo il fallito putsch di Monaco nel 1923. Nel rapporto si afferma che anche Hess era omosessuale, soprannominato “freulein Anna” per la sua passione per gli abiti femminili.

Field sottolinea ancora nel rapporto che Hitler amava “osservare i giovanotti”, traendone un “piacere estetico”. Infine, si afferma che il futuro Führer tra il 1910 e il 1913 frequentava una pensione per soli uomini a Vienna, dove “uomini anziani andavano alla ricerca dei giovanotti”.