Adozioni, Emma Bonino convoca ambasciatore del Congo: “Patti violati”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Dicembre 2013 20:09 | Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre 2013 20:10
Adozioni, Emma Bonino convoca ambasciatore del Congo: "Patti violati"

Emma Bonino (Foto Lapresse)

ROMA – Genitori adottivi italiani bloccati in Congo, la ministra degli Esteri, Emma Bonino, ha convocato al’ambasciatore della Repubblica Democratica del Congo, Albert Tshiseleka Felha. Bonino parla di “sconcerto” del governo verso il non rispetto degli accordi verbali di novembre tra le autorità congolesi e la ministra del’Integrazione, la congolese Cècile KyengeLa ministra degli esteri andrà in missione in Africa all’inizio di gennaio. 

Sempre oggi, giovedì 19 dicembre, l’ambasciatore italiano a Kinshasa è stato convocato al ministero dell’Interno congolese insieme agli ambasciatori di Stati Uniti, Francia, Belgio, Canada e Regno Unito: il ministro dell’Interno ha ribadito l’intenzione delle autorità congolesi di sospendere le procedure di adozione in applicazione della decisione del 25 settembre. Circa il rinnovo dei visti alle coppie italiane, ha aggiunto il ministro, alcuni sono già stati prorogati e per i rimanenti verrà fatta una valutazione caso per caso.

Ma il governo italiano e il ministro Kyenge non hanno interrotto le pressioni sulle autorità di Kinshasa per consentire alle famiglie italiane di tornare al più presto in Italia con i bambini adottati.