Aereo russo, scatola nera: si sente esplosione a bordo

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Novembre 2015 21:21 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2015 22:44
Aereo russo, scatola nera: si sente esplosione a bordo

Aereo russo, scatola nera: si sente esplosione a bordo

ROMA – Un’esplosione in pieno volo, e non l’esplosione di un motore, ma di una bomba. E’ quello che dicono i dati della scatola nera del volo 7K9268 della Metrojet: lo ha riferito la televisione France 2, citando una fonte investigativa anonima.

“Il suono di un’esplosione che ha avuto luogo durante il volo può essere ascoltato sulle registrazioni della scatola nera,” ha detto la fonte al canale televisivo. Secondo l’investigatore, “Il rumore non è stato causato da un guasto al motore”.

Un ordigno portato a bordo da un passeggero, oppure nascosto in un bagaglio fatto imbarcare da qualcuno, magari con la complicità di un addetto dell’aeroporto di Sharm el Sheik. Sono queste le piste finora seguite dall’inchiesta.

Intanto Vladimir Putin ordina lo stop ai voli russi in tutto l’Egitto, uno stop che probabilmente non durerà a lungo visto che Putin stesso e il presidente egiziano Abdel Fattah Sisi si sono confrontati su questo punto e i voli russi potrebbero a breve tornare a solcare i cieli egiziani.

Ed è vera e propria emergenza nei resort di Sharm el Sheikh, dove migliaia di turisti attendono di essere rimpatriati. Tra loro anche gli italiani: “Il piano di recupero – che era previsto in nottata – non è più attuabile”, si è scusata EasyJet, che aveva programmato un volo per Malpensa. Alitalia ha intanto annunciato il rafforzamento dei controlli all’aeroporto del Cairo. La stessa misura decisa dagli Stati Uniti per tutti i voli della regione in arrivo nel Paese.