Aereo scomparso/ Il volo era pieno, coppia francese non sale e si salva

Pubblicato il 1 giugno 2009 19:55 | Ultimo aggiornamento: 1 giugno 2009 21:38

Nella tragedia del volo AF447 c’è anche chi è stato baciato dalla fortuna. Un medico francese e la moglie dopo aver fatto di tutto per imbarcarsi sull’aereo dell’Air France scomparso sull’Atlantico ma il volo era pieno. “Siamo dei miracolati, volevamo essere su quell’aereo a tutti i costi e invece siamo rimasti a terra qui a Rio de Janeiro”, ha raccontato il professor Claude Jaffiol. “Eravamo a Brasilia e avevano deciso di accorciare il nostro soggiorno e di rientrare a Montpelier, abbiamo smosso mare e monti per trovare un posto ma non c’è stato niente da fare”, ha proseguito Jaffiol riconoscendo di aver “avuto una fortuna incredibile, pensando a quello che poi è successo io e mia moglie ci siamo molto spaventati e il nostro pensiero è andato a quelli che su quell’aereo, invece, purtroppo erano saliti” Tra questi anche si trova anche il discendente della casa imperiale brasiliana, il principe Pedro Luis de Orleans e Braganza, di 26 anni, quarto in linea di successione all’ipotetica corona e nipote di Pedro II, che aveva visitato parte della famiglia in Brasile e faceva ritorno in Belgio.