Cronaca Mondo

Afghanistan, Amnesty e altre Ong: “Wikileaks, via in nomi dei civili dai file”

afghanistanCinque Ong hanno scritto una lettera al fondatore di Wikileaks chiedendo di rimuovere dalla documentazione segreta sull’Afghanistan pubblicata online i nomi degli afghani che hanno collaborato con gli occidentali, la cui vita potrebbe essere ora a rischio. Lo riferisce il Wall Street Journal.

Amnesty International, Campaign for Innocent Victims in Conflict (CIVIC), Open Society Institute (OSI), Afghanistan Independent Human Rights Commission e il Kabul office of International Crisis Group (ICG) stanno facendo pressioni su Julian Assange perche’ cancelli dalle migliaia di documenti pubblicati i nomi di altrettante migliaia di persone di nazionalita’ afghana che hanno collaborato con le Ong stesse o i soldati della coalizione internazionale. Wikileaks ha messo online oltre 75.000 documenti segreti, riservandosi si pubblicarne altri 15.000 in futuro, sulle attivita’ militari e civili in Afghanistan.

“Abbiamo visto le negative, talvolta mortali ramificazioni per quegli afghani identificati come collaboratori e simpatizzanti con le forze internazionali”, hanno scritto le Ong al fondatore di Wikileaks. “Chiediamo con urgenza che analizziate tutta la documentazione, per editare o eliminare le informazioni”, si legge nel testo secondo quanto riferito dal Wsj.

To Top