Afghanistan: cinque attentati a Kandahar, almeno 37 i morti

Pubblicato il 13 Marzo 2010 20:19 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2010 20:48

Strage in Afghanistan. Almeno 37 le persone che sono rimaste uccise oggi in attentati a Kandahar. Lo hanno reso noto fonti ospedaliere, precisando che le vittime sono sia civili sia poliziotti. Almeno 50 i feriti.Gli attacchi sono stati rivendicati dai talebani.

Ma il bilancio degli attentati si aggrava di minuto in minuto. Il responsabile del più grande ospedale della città, Abdul Qayyum Pukhla, ha riferito che nel giro di poco tempo nell’obitorio del nosocomio sono stati portati altri sei cadaveri e che il numero degli uccisi è salito a 37. L’attacco nella città afghana, da anni roccaforte dei talebani, è stato compiuto – secondo varie fonti – con una serie di esplosioni coordinate in diverse zone della città intorno alle 20:00 ora locale (le 16:30 ora italiana).

Almeno due deflagrazioni sarebbero opera di kamikaze, altre sarebbero dovute a colpi d’artiglieria. «L’obiettivo più importante – ha raccontato un portavoce del ministero dell’Interno – sembra fosse il carcere, dove c’è stata una violentissima esplosione». Nel 2008 una prigione situata nella periferia di Kandahar fu presa d’assalto dai miliziani che riuscirono a far evadere un migliaio di prigionieri, tra cui 400 combattenti talebani.

I talebani hanno rivendicato la responsabilità degli attentati, affermando che si tratta di un messaggio per il comandante della Nato, Stanley McChrystal, che sta pianificando operazioni di maggior ampiezza nella regione. In un comunicato messo su internet, i talebani dicono di aver colpito il cuore di Kandahar e di aver inflitto pesanti perdite ai ”nemici dei mujaheddin”, inviando così un messaggio a McChrystal che sta progettando un’operazione militare a Kandahar contro i miliziani.