Afghanistan/ Crescono le vittime civili, oltre 1000 nel 2009. Un aumento del 24 per cento rispetto all’anno precedente

Pubblicato il 31 Luglio 2009 14:00 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2009 14:30

militari_afghanistanIl numero delle vittime civili in Afghanistan nel 2009 è aumentato del 24 per cento rispetto allo scorso anno. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, nei primi mesi dell’anno sono state uccise oltre 1.000 persone. Il mese più nero per le vittime civili è stato maggio, in cui sono stati contati 261 morti.

Per l’Onu, la maggior parte degli omicidi (60 per cento) è stata causata dagli attacchi dei ribelli, che utilizzano tattiche sempre più sofisticate e violente, con un aumento degli attentati compiuti da kamikaze e dei pacchi bomba posizionati all’esterno degli uffici governativi.

Molte persone hanno perso la vita anche per mano delle forze alleate: secondo le stime dell’Onu, due morti su tre sono stati colpiti dai frequenti raid aerei.

Solo nella scorsa settimana ci sono stati due attentati: nella provincia di Lahmar è stata attaccata l’auto su cui viaggiava il candidato Abdullah Abdullah, rimasto ferito, mentre nel secondo e’ stato ucciso Mohammed Qasim Fahim, del partito di Kharzai.