Attentato Afghanistan, kamikaze a una festa di matrimonio: almeno 63 morti. L’Isis rivendica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Agosto 2019 7:57 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2019 14:14
Attentato in Afghanistan, foto Ansa

(foto d’archivio Ansa)

ROMA -Un’esplosione ha colpito una sala dove si stava svolgendo una festa di matrimonio sabato sera a Kabul, la capitale afghana, causando 63 morti e 182 feriti. Testimoni hanno parlato di un attentato suicida. Il portavoce del ministero dell’Interno ha confermato il numero delle vittime aggiungendo che “sono tutte civili: tra queste ci sono anche donne e bambini”. L’attentato è stato rivendicato dall’Isis.

L’esplosione è avvenuta alla Dubay City Hall, nella zona occidentale della capitale afghana, dove è predominante la comunità sciita Hazara.

“Tutte le persone uccise e ferite sono civili. Tra le vittime ci sono anche donne e bambini”, ha comunicato oggi il ministero degli Interni afgano. L’esplosione è avvenuta all’interno di una sala per matrimoni nella parte occidentale della capitalo intorno alle 22:30 ora locale (le 20 in Italia). Testimoni oculari hanno detto che l’attentatore suicida ha fatto detonare i suoi esplosivi tra gli ospiti all’interno della sala. 

Fonte: Ansa