Afghanistan: trovata fossa comune con almeno 1000 cadaveri

Pubblicato il 22 Marzo 2010 12:21 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2010 12:21

Jalalabad

Una fossa comune con dentro almeno 1.000 cadaveri risalenti all’epoca dell’occupazione sovietica dell’Afghanistan è stata localizzata alla periferia della città orientale di Jalalabad. Lo scrive lunedì 22 marzo l’agenzia di stampa Pajhwok.

La fossa, precisa l’agenzia, si trova a nove chilometri dalla città capoluogo della provincia di Nangarhar, in una zona montagnosa conosciuta come ‘Khalis Family’, dove fu ospitato Osama bin Laden dopo la sua espulsione nel 1996 dal Sudan.

Un anziano di una tribù locale, Haji Abdul Wahid, ha confermato la presenza di un migliaio di corpi nella fossa che ha un’ampiezza di 500 metri quadrati.

“Molti di loro – ha detto – sono martiri, fra cui mujaheddin, studenti di religione e leader spirituali uccisi dal regime comunista sull’onda del colpo di Stato del 1979”.