Afghanistan/ Gates avverte: “Gli americani si stancheranno presto della guerra se non facciamo rapidamente progressi”

Pubblicato il 26 maggio 2009 9:16 | Ultimo aggiornamento: 26 maggio 2009 15:35

L’appoggio del popolo americano per la guerra in Afghanistan svanirà in meno di un anno a meno che l’amministrazione Obama non dimostri concretamente che gli Stati Uniti stanno avendo la meglio contro i talebani, a quanto ha dichiarato il ministro della difesa Robert Gates in un’intervista al Wall Street Journal.

Gates ha fornito un quadro fosco della guerra, affermando che attualmente sono i talebani ad essere in vantaggio, infliggendo pesanti perdite alle truppe americane e controllando vaste aree del Paese. I tempo a disposizione dell’amministrazione per rovesciare le sorti della guerra si sta rapidamente esaurendo, ha aggiunto il ministro, che ricopriva lo stesso incarico nella ex-amministrazione di George Bush.

«La gente è disposta ad appoggiare la guerra a condizione che le nostre forze stiano facendo progressi», ha detto Gates, «ma se si convince che ci troviamo in una situazione di stallo mentre giovani uomini e donne americani vengono uccisi, la loro pazienza si esaurirà molto presto».

Gates sta facendo ongi sforzo per recuperare l’iniziativa americana in Afghanistan: ha deciso l’invio di altri 21 mila soldati americani ed ha preso l’inizitiva senza precedenti di cambiare nel corso della guerra il comandante in capo delle truppe Usa. Ma le informazioni in suo possesso, da parte dei servi ed anche dei media, non sono promettenti.