Afghanistan/ In Gran Bretagna il Governo ammette dubbi sulla propria strategia militare. Quindici morti solo negli ultimi dieci giorni

Pubblicato il 15 Luglio 2009 10:31 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 10:31

Londra ammette di avere dei dubbi sulla sua strategia militare. Quindici morti solo negli ultimi dieci giorni. Il bilancio delle operazioni in Afghanistan preoccupa il governo inglese tanto che la scorsa settimana David Milliband, segretario per gli Affari esteri, ha ribadito l’impegno nella regione asiatica, rispondendo così alle tante proteste che chiedono il ritiro delle truppe.

Sir Richard Dannat, generale e capo dell’Esercito inglese si lascia sfuggire in un’intervista alla radio della Bbc: «Un alto numero di morti inevitabilmente ti porta a farti delle domande su quanto stai facendo, su come stiamo agendo».

Finora sul campo in Afghanistan sono morti 184 soldati inglesi: una cifra superiore a quella dell’Iraq, facendo così risultare queste ultime missioni la più sanguinosa dai tempi delle Falklands. Proprio oggi, però, il governo di Londra ha fatto sapere di aver confermato l’invio di altri 140 soldati.