Afghanistan. Raid delle forze Isaf dopo minacce di attacco all’ambasciata Usa: 2 morti e 2 feriti

Pubblicato il 25 Dicembre 2010 9:42 | Ultimo aggiornamento: 25 Dicembre 2010 9:48

Un reparto militare misto afghano e internazionale è entrato in azione ieri a Kabul sulla base di informazioni riguardanti la preparazione di un attacco all’ambasciata americana, uccidendo due persone nascoste in un edificio.

Lo riferisce oggi la Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf, sotto comando Nato) nella capitale afghana. L’operazione ha preso spunto da informazioni di intelligence secondo cui davanti ad un edificio del centro della città si trovavano parcheggiate due auto su cui un numero imprecisato di individui lavoravano per collocare esplosivi.

Quando il reparto militare ha chiesto alle persone di uscire, precisa un comunicato, dall’edificio sono stati sparati colpi d’arma da fuoco. I soldati hanno immediatamente risposto al fuoco uccidendo due persone e ferendone altre due. L’operazione, indica infine l’Isaf, ha permesso anche di sequestrare un importante contingente di armi.

[gmap]