Afghanistan, i talebani mettono a ferro e fuoco Kabul: attacchi multipli e 10 morti

Pubblicato il 18 Gennaio 2010 8:46 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2010 11:21

I talebani hanno compiuto una serie di attacchi a Kabul: gli estremisti hanno preso di mira il palazzo presidenziale, alcuni ministeri, palazzi governativi, la Banca Centrale, un centro commerciale e l’hotel Serena, dove alloggiano i giornalisti stranieri.Il bilancio ufficiale è di 10 morti e 32 feriti. Le vittime sono 7 ribelli e 3 civili, fra cui un bambino ed un agente della sicurezza.

Le aggressioni sono già state rivendicate dai talebani. La prima offensiva è state nei confronti del palazzo presidenziale di Kabul, vicino al quale ci sono state esplosioni e spari. Un’altra esplosione è stata avvertita successivamente nei pressi dello stesso edificio.

Nel frattempo due uomini con giubbotti esplosivi si sono resi protagonisti di una sparatoria con le forze di sicurezza nei pressi di ministeri nella capitale afgana.

Altri estremisti sono entrati nell’edificio della Banca centrale e hanno aperto il fuoco.

Altro teatro degli scontri è stato l’Hotel Serena, l’albergo dove solitamente alloggiano i giornalisti stranieri. Secondo quanto hanno riferito i testimoni, la sparatoria è stata «particolarmente cruenta». All’interno dell’albergo ci sono numerosi cittadini stranieri. L’Hotel Serena è stato colpito anche da un razzo, e fiamme e nubi di fumo si stanno alzando dall’edificio.

Intanto almeno dieci kamikaze talebani si sono barricati in diversi edifici di Kabul, inclusi negozi e banche. Lo ha riferito un funzionario della sicurezza afghana. Secondo un’altra fonte, nel complesso, sarebbero almeno 30 i talebani che prendono parte all’azione. Tre di loro sono stati uccisi. Sono invece 200 gli uomini delle forze di sicurezza impegnati negli scontri.

Una fortissima esplosione è avvenuta poi nel centro commerciale Gulbahar, uno dei più grandi di Kabul. Il timore è che il numero di vittime sia molto elevato. Una autobomba, azionata da un kamikaze, è esplosa davanti al centro commerciale di Kabul, uccidendo “diversi agenti e funzionari di intelligence”. Lo riferisce un funzionario della sicurezza afghana.

Anche il palazzo della compagnia Afghan Telecom è in fiamme e dalle finestre di alcuni suoi piani escono fumo e lingue di fuoco. All’interno dell’edificio, che si trova vicino al ministero della Giustizia e dietro l’Hotel Serena, è avvenuta una forte esplosione. Nella zona sono arrivate ingenti forze militari afghane e internazionali appoggiate da carri armati.

La Afghan Telecom è una compagnia di telefonia fissa e mobile promossa dal ministero afghano delle Telecomunicazioni e ha un contratto di telefonia attraverso cui collega oltre 40 ministeri ed uffici governativi con i governatorati delle 34 province afghane.