Afghanistan. Kamikaze: 8 americani uccisi, erano agenti Cia

Pubblicato il 30 Dicembre 2009 20:18 | Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2009 8:17

Sono civili gli otto americani rimasti uccisi il 30 dicembre in Afghanistan in un attentato suicida in una installazione legata all’ambasciata americana a Khost. Lo scrive il Wall Street Journal online.

Fonti afghane hanno detto che un kamikaze con un giubbotto imbottito di esplosivo è entrato nell’installazione e si è fatto saltare in aria.

Tutte le otto vittime erano agenti della Cia. Lo hanno rivelato la Cnn e il Washington Post citando alti funzionari Usa che hanno spiegato come nella base operativa avanzata Chapman, nella provincia di Khost, prestino servizio alcuni agenti dell’intelligence americana.

L’attentato è stato rivendicato dai talebani secondo i quali il  il kamikaze era un ufficiale dell’esercito afghano. «L’attacco mortale è  stato condotto da un valoroso membro dell’esercito quando gli agenti erano occupati a raccogliere informazioni sui mujaheddin», ha detto il portavoce talebano Zabihullah Mujahid in una email.

«Ieri in una base americana vicina all’aeroporto di Khost un kamikaze di nome Samiullah a perpetrato un attacco suicida azionando la sua cintura esplosiva, uccidendo 16 americani», ha dichiarato al telefono con l’Afp il portavoce talebano Zabihullah Mujahid. «Era un nostro uomo ed ha azionato la cintura quando era in mezzo agli agenti della Cia», ha aggiunto.

Otto americani sono rimasti

uccisi oggi in Afghanistan in un attentato suicida in una

installazione legata all’ambasciata americana. Lo scrive il Wall

Street Journal online. Fonti afghane hanno detto che un kamikaze

con un giubbotto imbottito di esplosivo è entrato

nell’installazione e si è fatto saltare in aria. Tutti i morti

erano civili, ha detto un portavoce americano citato dal

giornale online. (ANSA).Otto americani sono rimasti uccisi oggi in Afghanistan in un attentato suicida in una installazione legata all’ambasciata americana. Lo scrive il Wall Street Journal online. Fonti afghane hanno detto che un kamikaze con un giubbotto imbottito di esplosivo è entrato nell’installazione e si è fatto saltare in aria. Tutti i morti erano civili, ha detto un portavoce americano citato dal giornale online. (ANSA).Otto americani sono rimasti uccisi oggi in Afghanistan in un attentato suicida in una installazione legata all’ambasciata americana. Lo scrive il Wall Street Journal online. Fonti afghane hanno detto che un kamikaze con un giubbotto imbottito di esplosivo è entrato nell’installazione e si è fatto saltare in aria. Tutti i morti erano civili, ha detto un portavoce americano citato dal giornale online. (ANSA).