Afghanistan/ Offensiva d’agosto. Truppe italiane nel mirino, feriti cinque militari

Pubblicato il 25 Luglio 2009 19:25 | Ultimo aggiornamento: 25 Luglio 2009 19:41

Tremano sotto i colpi della guerriglia talebana, vivono in missione, non combattono, ma si difendono. Il contingente italiano in Afghanistan è nel mirino e proprio in vista delle elezioni di fine agosto la tensione sale nel paese e l’ostruzionismo talebano si trasforma in intimidazione. È un sabato duro per i 2.795 uomini schierati nella terra di Karzai: la guerra politica si è spostata in trincea e ha scelto la via dell’agguato diretto.

Cinque militari sono rimasti feriti durante tutta la giornata. Un’imboscata in tarda mattinata aveva colpito le truppe italiane nella zona di Bala Boluk, a circa 50 chilometri a nord di Farah,  ferendo un bersagliere durante le normali operazioni di controllo congiunto insieme alle truppe afghane.

Altri quattro soldati sono rimasti feriti dopo essere stati avvicinati da un motociclista, che si è fatto esplodere al passaggio di un mezzo blindato Lince vicino a Herat, nella parte occidentale del paese.