Afghanistan, talebani le uccidono i genitori: 16enne prende kalashnikov del padre e si vendica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Luglio 2020 9:01 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2020 9:14
Afghanistan, foto Ansa

Afghanistan, talebani le uccidono i genitori: 16enne prende kalashnikov del padre e si vendica (foto Ansa)

Afghanistan, talebani le uccidono i genitori: 16enne prende kalashnikov del padre e si vendica.

La sua storia è già stata paragonata a un film. La storia di una piccola e esile ragazzina afghana che, dopo aver visto padre e madre trucidati dai talebani davanti ai suoi occhi, ha preso un kalashnikov e si è vendicata facendo fuoco contro i miliziani.

La vicenda è raccontata dal Corriere della Sera.

Tutto è avvenuto in un piccolo villaggio della provincia centrale di Ghor, in Afghanistan. 

Qui sono arrivati i talebani in cerca del padre della ragazza. Probabilmente i miliziani ce l’hanno con lui perché è un filo governativo.

Arrivati nella sua abitazione, i talebani lo trascinano fuori insieme alla moglie.

Tutti e due vengono trucidati davanti agli occhi della ragazzina (una adolescente).

La ragazzina, sconvolta, entra dentro casa, prende il kalashnikov del padre e spara. 

Quando smette di sparare a terra ci sono due miliziani morti. Gli altri sono fuggiti.

Passa poco e la notizia si diffonde tanto che in poche ore altri talebani si presentano al villaggio.

Ma questa volta gli abitanti decidono di far scudo alla ragazzina e riescono a respingere l’attacco.

“La ragazza e il fratello minore – racconta un portavoce del governatore provinciale, Mohamed Aref Aber – sono stati portati via dalle forze di sicurezza afghane e ora si trovano in un luogo sicuro”.

Sembra un film. Invece è la realtà. (Fonte: Il Corriere della Sera).