Airbus Air France scomparso sulla rotta Rio de Janeiro – Parigi/ Un generale dell’Aeronautica italiana: o attentato o errore umano

Pubblicato il 2 giugno 2009 20:39 | Ultimo aggiornamento: 2 giugno 2009 20:39

Buio totale sulle cause dell’incidente aereo che ha portato alla distruzione dell’airbus dell’Air France in volo da Rio de Janeiro a Parigi.

Si sono fatte nel corso della giornata di martedì molte ipotesi, dall’attentato al distacco di un finestrino, a un fulmine o qualcosa di più grave che abbia colpito l’aereo nel mezzo di una turbolenza ad alta quota, condizione meteo tipica di quella parte del mondo in questa stagione dell’anno. Da notare che l’ipotesi dell’attentato è stata preesa in cosniderazione formalmente anche dalle autorità francesi.

Le varie possibili cause sono state esaminate, in una intervista alla agenzia di stampa Ansa dal generale Luca Valeriani, capo dell’ispettorato sicurezza volo dell’Aeronautica militare italiana: esclude l’esplosione di un finestrino e anche l’effetto di un fulmine mentgre dà credito all’attentato o all’errore umano.